venerdì 30 novembre 2012

Allen

^Sigh^Score! 2/6

Ridere, si ride. 
Si ride sempre. 
Vien quasi voglia di piangere,
a volte. Per cambiare.
Provare qualcosa di diverso.
Ortolani lo sa fare. 
Di venerdì 12 gli riesce bene.
Qui? Si ride di noia.
Un po'.

info: allan

martedì 27 novembre 2012

Davvero?!




Insomma, si discute di Davvero di Paola Barbato.
Un bel fumetto o una sciocchezza?
Il primo "shojo" manga "bonellide"?
I riferimenti culturali e nazional-popolari?
Eccetera eccetera...
Ma non si trova da nessuna parte.
Si parla di un fumetto invisibile.
Quando si dice, auto-boicottare un lavoro.
Non mi ci fascio la testa.
Leggerò altro. No?!

lunedì 26 novembre 2012

^Sigh^Life! 11

da asso (c) roberto recchioni

Mio figlio Gabo, 6 anni, si procura una frattura scomposta al braccio sinistro.
Piccolo intervento con manovra e gesso per rimettere tutto in sesto.
Una notte di ospedale. Da un'ora siamo a casa. Si gode uno dei sui cartoni animati preferiti.
Intrattenimento. Vita.
Da quale età l'intrattenimento muta il suo senso? E diviene fuga da se stessi?
Tutto potrebbe riassumersi qui.

E invece, trovo nella posta alcune email che mi fanno sorridere di gioia. La prima tra tutte riguarda la notizia della pubblicazione su LoSpazioBianco.it di un mio lungo articolo su Asso di Roberto Recchioni, seguito da un'intervista all'autore un po' anomala. Ho voluto scommettere (insieme alla redazione) sulla possibilità di poter dialogare con Roberto facendogli leggere in anteprima l'articolo. Ne è nato uno scambio onesto e chiaro, dove abbiamo avuto la possibilità entrambi di esprimere un'idea, un'opinione a volte divergente, senza che ciò si trasformasse in qualcos'altro. Qualcuno non ci avrebbe scommesso, probabilmente.
Sia chiaro, per questo devo ringraziare nuovamente Ettore Gabrielli, che si è occupato dell'impaginazione di tutto il lavoro. Grazie!

La seconda email che ricevo è il ringraziamento di un autore per il modo in cui mi occupo di critica. Ma io non mi occupo più di critica. Faccio solo vile poesia e bassa filosofia. Avere il tempo di spiegare!

Infine, una serie di email da parte di autori ed editori che sto coinvolgendo nel prossimo regalo di Natale di ^S^Comics. Un grande, imperdibile regalo per tutti i miei (pochi) lettori. Vuoi un suggerimento? Chiedi al vecchio Harrydice...

Tutto questo anche per dire che le cose si muovono, ma il tempo per postare su questo piccolo blog è limitato.
A presto, per le novità natalizie, che dicembre è ormai qui.

venerdì 23 novembre 2012

^Sigh^LSB! - Il linguaggio universale di Love & Rockets



                                                         omaggio di liz prince

Come avevo anticipato, esce oggi su LoSpazioBianco.it un mio articolo di approfondimento sull'immensa Love and Rockets. Lo speciale, già iniziato, si avvale della presenza di omaggi di grandi autori italiani e internazionali. Se non lo leggi, credo che questo sia un buon momento per seguire LoSpazioBianco.it.
Qui sotto l'inizio del mio articolo.

Se il senso originario del punk è la rottura degli schemi precedenti (culturali, emotivi, affettivi, sociali, …), non è difficile comprendere quante e quali esperienze artistiche nella storia possano essere individuate come “punk”.
L’arte è anche adeguamento a modelli precostituiti, in alcuni casi persino apologia di tali modelli, ma più spesso, quella che più facilmente ricordiamo come emblematica, quella che davvero segna e vediamo come rappresentativa di epoche e “movimenti artistici”, ha molto a che fare con l’avanguardia e l’innovazione, la rottura, il “punk”. Non era forse “punk” l’atteggiamento di Vincent Van Gogh? Non lo era quello di Leonardo?

Quando poi la dimensione iconoclasta e “antagonista” si manifesta in ambito fumettistico, gli esempi potrebbero essere talmente numerosi da far pensare che l’atteggiamento punk sia, in qualche modo, una pre-condizione alla rivoluzione. Se a ciò, a questa idea dell’arte e del mondo, si fonde il periodo storico in cui il punk come “movimento” culturale/sociale vero e proprio ha toccato il suo apice (o l’esordio della sua parabola discendente, momenti che spesso coincidono), nascono capolavori come Love and Rockets dei fratelli Hernandez.

giovedì 22 novembre 2012

^Sigh^Quote! 09

I Serial Killer liberati a Disney World facevano il loro sporco lavoro, un massacro che dai tempi della prima guerra mondiale non si vedeva, un'orgia caotica di sangue, stupri, urla, mutilazioni, pezzi di corpi ovunque...
Le telecamere riprendevano tutto, ogni dettaglio veniva digitalizzato, cristallizzato nel tempo. 
Disney Violence Channel è un successo commerciale senza precedenti, uno shock per il pubblico ormai anestetizzato da centinaia di programmi tutti uguali e soprattutto non veri. Qui tutto è reale. La morte è reale. 
I maniaci travestiti da pupazzi, i piromani travestiti da pompieri che incendiano il castello fatato, il Tunnel delle mannaie capitanato niente poco di meno che da Sonny Chapman lo scuoiatore del New Jersey...

Officina Infernale, da 100% Shit
 

lunedì 19 novembre 2012

Sul pianeta perduto

^Sigh^Score! 5/6

Questo è un gioco.
Ricordi quando giocavi, da piccolo?
Ricordi la gioia della scoperta?
Ecco, è il gioco di Serra e Bacilieri.
Al servizio di un tratto, di un segno
che mai come qui evolve e cambia.
Questo è un servizio: pura immaginazione.
Un servizio alla fantasia del lettore.
La storia? Un pretesto.

info: sul pianeta perduto

venerdì 16 novembre 2012

^Sigh^Life! 10



Su suggerimento del mio caro amico Ettore Gabrielli (gran mogol de LoSpazioBianco.it), lancio una nuova iniziativa aperta a tutti gli autori interessati:

Adotta un critico di fumetti.

Puoi mandare un SMS al numero (123456789) per donare 2 euro alla missione dei critici di fumetti abbandonati. Oppure puoi scrivere direttamente a ^S^Comics per indicare quale critico vuoi adottare a distanza.
In cambio, i critici di fumetti realizzeranno recensioni, interviste e approfondimenti che sosterranno in modo chiaro, ineffabile e indiscutibile il tuo lavoro. Ma negando regolarmente di farlo. I benefici sono molti, e la tua credibilità rimarrà intatta.
Quando leggi queste parole, nell'incertezza, ricorda: i critici di fumetti hanno bisogno di affetto e cure. Hanno bisogno di te!

giovedì 15 novembre 2012

^Sigh^Quote! 08


La disperazione è una forma superiore di critica. Per ora, noi la chiameremo "felicità", perché le parole che voi adoperate non sono più "parole", ma una specie di condotto attraverso il quale gli analfabeti hanno la coscienza a posto.
Leo Ferré

Dossier No TAV

^Sigh^Score! 5/6

Qualcuno mi urli in faccia la verità!
Sensibilità ed esperienza mi suggeriscono
di credere ai piccoli e ai più deboli.
Alle persone e non ai poteri istituzionali.
Di credere a Calia.
Urlateci la verità, una volta per tutte!
E poi silenzio.

info: dossier no tav      
       
claudio calia

mercoledì 14 novembre 2012

^Sigh^Quote 07




Durante la realizzazione di questo lavoro ho iniziato a definire Dossier TAV non un’opera di “graphic journalism”, bensì una proposta di “citizen journalism”, filone del giornalismo moderno che si è affrancato dalle corporazioni per fare ritorno al cittadino comune, che con i mezzi oggi a disposizione può provare a cimentarsi con il “fact checking”, quella pratica che dovrebbe sempre stare alla base del giornalismo e che invece sembra latitare già da un po’.

Claudio Calia, nell'introduzione a Dossier TAV, a breve in uscita per Becco Giallo

Le storie 2, La redenzione del samurai

^Sigh^Score! 2/6

Un samurai tradisce i suoi obblighi.
E sparisce. Lo fa per buone ragioni.
Poi torna. E con il suo allievo sistema le cose.
Nel mezzo, un vecchio che non è quel che sembra.
Una grande cura, ma tutto qui. Nessuna emozione.
La forma è vuoto, il vuoto è forma*.
Via come il vento.

info: le storie 2
* da il cuore della Prajnaparamita

martedì 13 novembre 2012

^Sigh^Quote! 06



Mi è sembrato che ci fosse un pubblico più adulto, serio e con cui davvero poter parlare. Certo non ho venduto i numeri del nuovo libro di ricette di Benedetta Parodi. Ma almeno ho visto in faccia il mio pubblico e ne sono veramente fiero. 

akaB, a proposito dell'ultima Lucca, da una chiacchierata informale con il sottoscritto.

lunedì 12 novembre 2012

Asso

^Sigh^Score! 3/6

Averti qui e possederti
per dare senso a questo presente.
Fantasmi, e orgasmi
e vuoto e sangue e dolore.
E potenza.
Essere tutto quel che resta
di me. Fottuto.
Un giocattolo rotto.
info: asso
a breve un articolo di approfondimento su LoSpazioBianco.it

L'invasione degli scarafaggi. La mafia spiegata ai bambini

^Sigh^Score! 4/6

Creatività, didattica,
educazione, gioco,
evocazione.
Dove collocare il confine tra la realtà
e la sua rappresentazione didascalica?
Che assomiglia alla morte?
(avvertenza: questo non è un fumetto)

info: l'invasione degli scarafaggi

mercoledì 7 novembre 2012

Ex Abrupto

^Sigh^Score! 6/6

Dentro come fuori.
Post-antropomorfo.
Post-industriale.
Di colpo, un'improvvisazione visiva
che richiede il tempo infinito del pensiero
e l'istantaneità dell'esperienza creativa.
Seminale per l'evoluzione straordinaria
di uno straordinario autore.
Senza parole.

info: ex abrupto

domenica 4 novembre 2012

^Sigh^Quote! 05


La mia deprimente produttività durante l’ultima decade (Cristo – tempus fugit, davvero, eh?) è probabilmente dovuta a una fatale combinazione della mia intrinseca pigrizia, un perenne “disagio” verso il medium fumetto in generale e una brutta dose di lassismo da XXI Secolo.
Semplicemente, sono stato incapace di rapportarmi con la follia medievale che ha invaso la nostra civiltà dopo L’11 Settembre attraverso la fiction in generale e il medium fumetto in particolare. I cambiamenti culturali e politici che ci sono stati inflitti sono stati troppo vasti per affrontarli o per ignorarli. Io – giusto o sbagliato che sia – ho percepito una riluttanza editoriale rispetto al tentativo di rapportarsi con quella realtà, anche in maniera trasversale, nella mia “comfort zone” della Vertigo; e quindi, in maniera inconscia, penso di aver deciso di zittirmi e fare l’offeso per un po’.
Jamie Delano, intervistato da Antonio Solinas 

giovedì 1 novembre 2012

^Sigh^Mantra! 01



Lucca è un'allucinazione collettiva
Lucca è un'allucinazione collettiva
Lucca è un'allucinazione collettiva
Lucca è un'allucinazione collettiva
Lucca è un'allucinazione collettiva
...

Tuta Teschio



^Sigh^Score! 5/6

Anatomia della competizione
sportiva
e della fine del mondo.
Un passo sempre avanti nel tempo.
Chirurgico, essenziale,
sorprendente.
Siamo stati traditi!

Speciale Dampyr 8, Orrore tra gli Amish


^Sigh^Score! 2/6
Direttrice dell’azione
spinta in avanti in modo lineare.
Il lettore segue parola per parola
scena dopo scena e
sa già tutto prima che accada.
Noi nella mente dell’autore?
L’autore nella nostra mente!
A inseguire facili attese.
Esotico.
Volatile e indolore.